sabato 5 aprile 2014

PREVENIRE E' MEGLIO CHE CURARE. SUGGERIMENTI DI UN NUTRIZIONISTA AMERICANO



10 alimenti  che rinforzano il nostro sistema immunitario.

Perché per combattere influenza e raffreddore, invece che alla farmacia, non ricorrere a cibi naturali già ricchi di antiossidanti e vitamine e dunque capaci di rinforzare il nostro organismo nel migliore dei modi?
Eccone dieci consigliati da Dave Grotto, nutrizionista americano, autore del libro 101 Foods That Could Save Your Life (“101 cibi che potrebbero salvarti la vita”, ndr).
 I funghi vengono presi in considerazione molto raramente per le loro proprietà benefiche ma forse pochi sanno che sono ricchi di selenio – che aiuta i globuli bianchi a produrre le citochine (molecole proteiche) – e di beta-glucano, un immunostimolante che attiva i globuli bianchi, come i macrofagi, i granulociti e i monociti, responsabili della difesa contro le infezioni. Inoltre il beta-glucano potenzia il processo rigenerativo dei tessuti danneggiati.
L’aglio fresco forse terrà lontano le persone amate ma studi britannici hanno evidenziato che l’allicina, in esso contenuta, mostra spiccati effetti antibiotici, antimicrobici e antifungini: i soggetti che lo assumono con regolarità, hanno sofferto del 46% in meno dei raffreddori stagionali e hanno recuperato più velocemente dalle infreddature. Gli esperti alimentari consigliano di cucinare ogni giorno con due spicchi d’aglio fresco.
Sarà necessario tenere d’occhio la propria pescheria di fiducia visto che i soggetti con livelli bassi di Vitamina D, hanno il 40% di possibilità in più di contrarre affezioni alle vie respiratorie superiori. Il rimedio suggerito? Mangiate più salmone fresco, sino ad una porzione al giorno nei periodi in cui vi sentite più cagionevoli, perché questo pesce è molto ricco di vitamina D.
Bere cinque tazze di tè al giorno ha un super effetto sul nostro organismo.
I ricercatori della Harvard University hanno evidenziato che bevendo cinque tazze di tè nero al giorno, il nostro sistema immunitario quadruplicherà le sue forze grazie alla teanina, un aminoacido con proprietà psicoattive. Consigliata anche l’assunzione di tè verde perché molto attivo contro i radicali liberi, grazie alle catechine in esso contenute.
Secondo l’Università di Vienna, non c’è modo migliore per restare in salute che prendersi cura del proprio intestino e della sua flora batterica. Per questo motivo, ogni giorno, è bene consumare dello yogurt con fermenti lattici vivi e attivi, ricchi di germi prebiotici e probiotici.
L’autorevole British Journal of Nutrition conferma che il cioccolato fondente non dovrebbe mancare da una dieta sana poiché capace di aumentare anche le nostre risposte immunitarie. Alte dosi di cacao, infatti, potenziano le T-helper cells, un sottogruppo di linfociti, capaci di migliorare l’adattamento delle nostre difese al mutare delle infezioni.
Non tutti sanno che lo zinco è davvero necessario al nostro sistema immunitario, rivelandosi fondamentale per armare i nostri globuli bianchi contro influenza e raffreddore. Mangiare una singola ostrica di medie dimensioni al giorno, ci assicura l’intero fabbisogno di zinco ma se volete abbondare e consumarne sei, quintuplicherete le vostre risorse di questo prezioso materiale. Anche se il vostro portafogli potrebbe non gradire…
Le mandorle si rivelano preziosissimi alleati per la nostra salute perché ricche di vitamina E – con ottime proprietà antiossidanti – e capaci di ridurre la sensibilità ai malesseri stagionali e alle infezioni alle vie respiratorie. Una dose di mandorle al giorno non dovrebbe mai mancare ma anche altri cereali mostrano proprietà simili, come i semi di girasole e i germi di grano.
Credete di aver bisogno di vitamina C? Allora non esitate a mangiare una tazza di fragole al giorno: vi fornirà il 160% della razione giornaliera di vitamina C

consigliata. Recenti studi confermano che le fragole sono capaci di ridurre l’intensità e la durata del raffreddore, con effetti maggiori rispetto alle più quotate arance. Vale la pena provare, no?
Le patate dolci si rivelano fondamentali soprattutto in questo periodo poiché ricche di beta-carotene, precursore delle vitamina A. Questa sostanza si rivela fondamentale poiché stimola la crescita e lo sviluppo del sistema immunitario e aiuta a neutralizzare le sostanze nocive. E se non vi dovessero piacere le patate? Non temete perché carote, zucche e tuorli d’uovo sono altrettanto ricche di beta-carotene.
Posta un commento